• marketing che ti frega
    Blog

    Il marketing banale, quello che ci frega da sempre

    Che tu abbia 20 anni o 70, che tu sia un nativo digitale o che tu abbia assistito al declino dell’impero prussiano, sappi che è praticamente certo che, più e più volte nell’arco della tua breve o lunga vita, tu sia stato ingannato da tutta una serie di strategie di marketing banale, quel tipo di marketing che si è sviluppato in modo (quasi) intuitivo nell’arco dei decenni, ma che ancora oggi continuare a fregare te, me e tutte le persone che conosci, per quanto scaltre possano essere. Il che è praticamente inevitabile perché, per quanto ci sforziamo a sembrare dei consumatori evoluti, e accorti, la nostra mente non può fare…

  • parole usate male
    Blog

    Le parole che usiamo nel modo sbagliato: anglicismi e altre porcate

    Non è questione di ignoranza, ma, più che altro, di abitudini verbali che si diffondono nell’ambiente come fossero un virus: modi di dire imprecisi, parole utilizzate nel modo sbagliato, anglicismi vuoti o calchi da altre lingue tradotti erroneamente sono ormai dilaganti e, quel che è peggio, si diffondono con una velocità impressionante senza che ce ne rendiamo conto. Scommettiamo che li utilizzi anche tu, magari pensando di essere nel giusto? LEGGI ANCHE: Frasi fatte stupide: quando la parola precede il pensiero Parole usate male: perché accade? La piaga dei termini e dei modi di dire impiegati in modo sbagliato interessa la quasi totalità di noi e non risparmia neppure esimi…

  • motivazioni all’acquisto
    Blog

    Motivazioni all’acquisto: scegliamo il beneficio, non il prodotto

    Provate a pensare all’ultimo prodotto o servizio che avete pagato. Che si tratti di un capo d’abbigliamento, di un elettrodomestico, di un conto al ristorante, il processo mentale che ha smosso le vostre motivazioni all’acquisto, quasi certamente, ha molto più a che fare con i vantaggi che il bene garantisce che con le sue caratteristiche intrinseche. Quando selezioniamo una bibita, ad esempio, non acquistiamo la bevanda in sé, bensì la sua capacità dissetante; se compriamo un’automobile è perché desideriamo spostarci in modo rapido e, possibilmente, sentirci fighi mentre lo facciamo; se preferiamo un triplo hamburger a un’insalatona scondita è perché stiamo cercando un senso di appagamento sensoriale per le nostre…

  • clickbaiting
    Blog

    Il clickbaiting sta ammazzando l’informazione. E siamo tutti complici

    Il clickbaiting, traducibile approssimativamente con esca da click, fa riferimento a tutte quelle pratiche di scrittura utilizzate da editori con più avidità che etica per convincerci a cliccare su un link. Il fenomeno è nato su Facebook, ma si è esteso a macchia d’olio in tutta la cybersfera con la rapidità di un virus. E in effetti è esattamente ciò che è: un virus che, gradualmente, ha infettato anche la parte inizialmente sana del web. Ed è colpa nostra, perché siamo degli idioti. Procediamo con calma. LEGGI ANCHE: La privacy non è un problema (e se lo è, non ha soluzione) Le strategie di clickbaiting “Incredibile: sta succedendo proprio ora!”…

  • privacy problema
    Blog

    La privacy non è un problema (e se lo è, non ha soluzione)

    Parlare di privacy oggi è un po’ come parlare dello spread o del buco dell’ozono: è uno di quei concetti arcani, che sappiamo riguardarci da vicino, ma di cui, in realtà, non conosciamo granché. A differenza di spread e buco dell’ozono, però, sulla questione privacy le nostre azioni e le nostre responsabilità assumono un ruolo ben più significativo: siamo noi a gestirla. Ma è davvero così? Abbiamo un effettivo potere di controllo sui nostri dati personali? E cosa intendiamo, esattamente, quando lamentiamo che “loro” sanno anche quante volte andiamo in bagno? Chi è il nemico, lo stato? I cinesi? La CIA? Google? Noi stessi? LEGGI ANCHE: Web e idiocrazia: il…

  • frasi fatte stupide
    Blog

    Frasi fatte stupide: quando la parola precede il pensiero

    Tutti noi utilizziamo delle frasi fatte. Talvolta è perché non sappiamo esattamente cosa dire, talaltra non abbiamo neppure voglia di riflettere su cosa dire, altre ancora semplicemente non siamo sintonizzati empaticamente con il nostro interlocutore. In ogni caso, utilizzando modi di dire consunti e privi di una riflessione che li legittimi, non facciamo altro che inquinare la nostra rete di comunicazione. Può accadere che non ci si renda neppure conto di quanta importanza il nostro compagno di conversazione stia riconoscendo a un interscambio che noi trattiamo con superficialità, ma siamo tutti decisamente attenti a notare quando la medesima condotta viene assunta dagli altri nei nostri riguardi. Da una parte, è…

  • comunicazione disfunzionale
    Blog

    Gestire la comunicazione disfunzionale: come non farsi la guerra (e stare tutti meglio)

    “Il fallimento di una relazione è quasi sempre un fallimento di comunicazione” scrisse il grande sociologo polacco Zygmunt Bauman, scomparso nel gennaio del 2017. Credo che quando parliamo di ‘relazione’ non si debba necessariamente immaginare una relazione di tipo sentimentale, come facilmente saremmo indotti a pensare. Tutti noi viviamo relazioni – e fallimenti di relazioni – quotidianamente, o quasi; discutiamo con qualcuno e poi, congedandoci, magari infastiditi, non possiamo a fare a meno di riflettere su quanto poco il nostro interlocutore abbia capito di ciò che stavamo provando a esprimere.

  • fallacia logica
    Blog

    Fallacia logica: i ragionamenti mal posti che ci ingannano (ogni giorno)

    Siamo davvero padroni dei nostri processi mentali? Siamo realmente in grado di seguire un percorso logico durante un dibattito o un ragionamento che facciamo in solitudine? In effetti, a ben guardare, non è sempre così semplice riuscire a mantenere il focus su una linea di pensiero coerente, soprattutto quando ci ritroviamo a interloquire con persone che, consapevolmente o in modo del tutto ignaro, adottano un approccio alla riflessione ‘sporcato’ da errori di fallacia logica.

  • Bibbiano disinformazione
    Blog

    Caso Bibbiano: l’eccellenza della disinformazione strategica

    Premessa, doverosa: qui non si tratterà di politica. Il focus della trattazione sarà quello della comunicazione e dei suoi utilizzi. In particolare, proverò ad analizzare il fatto di cronaca che ormai da un mese tiene banco nel web, ovvero quello relativo ai fattacci di Bibbiano e dell’inchiesta ‘Angeli e Demoni, ormai nota a chiunque non abbia vissuto sulla Luna nelle ultime settimane.

  • diritto di parola e web
    Blog

    Web e idiocrazia: il diritto di parola ha ancora un senso?

    L’argomento non è certo dei più semplici da trattare, ma è anche tra i più emergenti: oggi parliamo degli idioti. Mark Twain disse “Non discutere mai con un idiota: ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza”. Arthur Bloch – l’autore dei libri sulla Legge di Murphy – parafrasandolo, corresse: “Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza”. Oggi, però, non è facile mantenersi estranei all’idiozia di cui questo mondo è permeata e imbevuta e che si esalta e accresce esponenzialmente tramite i social network, il simbolo per eccellenza del potere dal basso. Grazie Zuckerberg.